Fabio Cantaro

Forum Chat Video Contattami
 
Home Chitarristi non famosi Massimiliano Cona
Massimiliano Cona PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Cantaro, WebMaster   
Sabato 17 Gennaio 2009 15:02

In questo articolo vi voglio parlare di un ragazzo di cui sono veramente orgoglioso e di cui Niscemi tutta lo dovrebbe essere: Fifi' Cona. Sarà che amo la musica e che anticamente anch'io provavo a strimpellare, sta di fatto che Fifi' è riuscito in quello che io e molti altri non siamo riusciti, ossia vivere di musica.
Per la storia ufficiale e alcuni dei suoi lavori potete visitare il suo sito web, qui invece voglio parlarvi del ragazzo che ho conosciuto io,  un pò come fanno i giornalisti con i grandi, ma in fondo Fifi' un grande lo è.

Con Fifi' ci conoscemmo in adolescenza, io avevo circa 14 anni, lui uno di meno, e ci ritrovavamo ogni sera in piazza un po' come facevano gli adolescenti in quel periodo. In quel gruppo di ragazzi molti strimpellavano, chi la chitarra, chi le tastiere, e stava nascendo l'idea di fare un gruppo musicale dopo moltissimi anni in cui a Niscemi non si faceva più musica. Allora Fifi' suonava le tastiere, aveva un giocattolino (non mi ricordo la marca) e suonava discretamente bene; non me ne vorrà ma ci dava di brutto con quella degli Ahah e rondo' veneziano. Laughing

Poi iniziammo a formare i primi gruppi musicali di quel periodo, eravamo praticamente dei pionieri, senza veri strumenti musicali, senza punti di riferimento ed ecco che io, assieme ad un paio di amici, fondammo i Sirius (io, F. Maurgeri, L.Salvo, V.Artesi, S.Citossi) e l'altro gruppo, nostro antagonista con G.Pardo, M.Azzolina, M.Giugno ed altri, a cui si aggiunse Fifi', colpo di scena, come chitarrista (in quel periodo non riusciva a fare bene nemmeno Wish you where here).

Era un ragazzo semplice, sorridente, scherzoso, un poco "farfalletto", infatti se ti dava un appuntamento o era una buca o arrivava chissa' quando... Quello che ammiro di Fifi' è che, nonostante non avesse più il papà e che il fratello fosse lontano, riusci' a trovare il modo e la forza per studiare la chitarra e a mantenersi negli studi, al punto che inizio' il corso alla Lizard. Mi ricordo che uno dei metodi che lui inizio' a studiare fu' quello di Franco Morone (che poi presto' anche a me) e che gli permise subito un salto tecnico notevole.

Lui si allenava nel garage, da cui ricavo' una stanza che insonorizzo' con l'idea di fare un piccolo studio di registrazione. Poi iniziò ad utilizzare anche il computer e questo gli permise da solo di crearsi basi musicali interamente auto arrangiate. Da quello che vedo nei video su youtube lo studio è diventato a  livello professionale.

Una volta ci dissero che l'indomani ci sarebbe stato un festival al Mirabella Imbaccari, allora ci riunimmo la mattina da lui, il batterista che lui conosceva non ha avuto il coraggio e trovammo un ragazzino alle prime armi con la batteria. Provammo 1/2 ora un paio di pezzi improvvisati, suonammo per 1/2 ora e vincemmo. Mamma mia che bei tempi di spensieratezza ma anche di consapevolezza nei nostri mezzi, soprattutto nella tecnica di Massimiliano che iniziava ad essere di una categoria superiore. Diventava un chitarrista elettrico sempre più virtuoso e con una tecnica sopraffina. Ora si è completato anche con la chitarra acustica ritmica.

Io allora lo apprezzavo come musicista, ma non lo consideravo ancora maturo, almeno nella composizione, i suoi brani mi sembravano vuoti, ripetitivi. Ma dopo un paio d'anni che non ci vedevamo mi fece sentire Secret of  Land ....e rimasi scioccato. Un brano strumentale in cui tante chitarre sovrapposte suonano sviluppando una dolcezza armonica che mi ubriacava ogni volta che la ascoltavo. Capii che era nato un grande musicista. Lui non aveva ancora capito che aveva creato un capolavoro al punto che riteneva più belli altri lavori, pero' poi mi confido' che l'ispirazione nacque in uno dei suoi viaggi estivi in Germania dove si incontrava con altri musicisti.

Ora Fifi' non lo vedo più da anni. So che insegna alla Lizard a Messina, tiene corsi a Caltagirone dove cui l'ho incontrato lun paio di volte: in occasione dell'acqusto di una chitarra Yamaha. A proposito Fifi', mi rivolgo a te: quella chitarra non l'ho mai suonata, non è che inizi a darmi qualche lezione? Wink

Questa storia la racconto in omaggio a questo mio vecchio amico ed è rivolta a me stesso e ai miei studenti, affinchè possano capire che nella vita occorre fare quello in cui si crede, metterci l'anima, senza mai scoraggiarsi che prima o poi si riesce in tutto.


Per i dettagli sulle opere, la biografia, gli studi, le foto, ecc..., visitare i seguenti siti web.

RIFERIMENTI

 

ASCOLTIAMO FIFI'


Secret of Land

Un brano bellissimo, con la voce iniziale di Natasha e tutte le chitarre sovrapposte suonate da lui stesso

 

Dreams

 

Chords & Discords

 

"DANCING ON THE STRINGS"

 

"Venezia"

Commenti

Please login to post comments or replies.
Ultimo aggiornamento Sabato 17 Gennaio 2009 19:25
 

Cookie, Privacy e Attivita':

Questo è un sito personale con contenuti prevalentemente di natura didattica e culturale, no-profit, non viene finanziato o sponsorizzato da nessuno, non è vicino ad alcuna corrente politica, non contiene pubblicità commerciale e non viene aggiornato con periodicità regolare, ma in relazione alla disponibilità del suo curatore (Prof. Fabio Cantaro). Il sito fa uso di Cookie Tecnici. Leggi informativa Privacy e Cookies


[+]
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size

INFORMATIVA - Questo sito utilizza solamente cookie tecnici - ma ospita pure servizi esterni e quindi cookie di terze parti. Pur non utilizzando Cookies di profilazione si desidera comunque informarne l'utente. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai click sul link a informativa estesa. INFORMATIVA ESTESA.

Accetto i cookies da questo sito web: .

EU Cookie Directive Module Information